+39 (0884) 700852

I Dintorni

Spiagge

Una delle spiagge più famose di Vieste è la spiaggia del Pizzomunno, lunga circa 2,5 Km e situata immediatamente fuori dal centro abitato; da questa stupenda spiaggia fatta di sabbia fine e dorata con fondali sabbiosi e degradanti, si può ammirare un magnifico scorcio del centro storico di Vieste che di notte viene suggestivamente illuminato. La spiaggia è dotata di stabilimenti balneari alternati a zone di spiaggia libera. La spiaggia del Pizzomunno deve il il suo nome ad un imponente monolite di roccia calcarea bianca alto circa 25mt, che una leggenda vuole che fosse un pescatore di nome Pizzomunno innamorato di una sirena chiamata Cristalda; altre sirene ingelosite del loro amore aggredirono Cristalda e Pizzomunno rimase pietrificato dal dolore per la perdita della sua amata. Sull’altro versante si trova la spiaggia di San Lorenzo, situata anchessa poco fuori dal centro abitato; si tratta di una delle più grandi spiagge di sabbia dorata e fine, con fondale sabbioso che degrada dolcemente verso il mare, adatta a famiglie con bambini; è dotata di stabilimenti balneari e scuole di vela e di surf, alternata anch’essa a zone di spiaggia libera Altra spiaggia situata sul litorale sud è la spiaggia di Portonuovo, situata a 4,5,Km dal centro abitato con il caratteristico isolotto a forma di gatto che quando il mare è calmo, è possibile raggiungere a nuoto. Questa spiaggia è caratterizzata da sabbia fine e dorata su un mare limpido con fondali sabbiosi che degradano dolcemente verso il largo. Sul litorale nord troviamo la spiaggia di Punta Lunga, a 3 Km da Vieste sul litorale Vieste Peschici caratterizzata da fondali bassi e sabbia fine, dotate di stabilimenti balneari scuole di vela e di surf. Nelle vicinanze si può visitare il trabucco , antico e maestoso macchinario da pesca, tutelato come patrimonio monumentale dal Parco Nazionale del Gargano Vieste è poi circondata da tantissime baie con spiagge di ciotoli e sabbiose, soprattutto sul litorale sud Vieste-Mattinata caratterizzata da baie frastagliate e spettacolari come la baia di San Felice, caratterizzata dal famosissimo Architiello formatosi dall’erosione del mare, la Baia di Campi, di ghiaia e ciotoli davanti alla quale c’è l’omonimo isolotto che protegge il mare dalle correnti, e intorno ci sono numerose grotte marine da esplorare. Tra le altre Baie sempre sul litorale sud troviamo la Baia di Porto Greco, molto suggestiva con la sua spiaggia di ciotoli e le acque cristalline, , la Baia di Vignanotica e quella di Pugnochiuso e Porto Piatto, con fondali molto alti ideali per nuotare ed esplorare i fondali.


I Dintorni

Numerose sono le attrattive turistiche nei dintorni di vieste: Le Grotte Marine sono il risultato di fenomeni carsici e dell’azione corrosiva dell’acqua marina e vento che hanno generato delle cavità e formazioni dalle forme più bizzarre e svariate. Tra le grotte ricordiamo la grotta Sfondata, la grotta Smeralda, la Tavolozza del Pittore, quella dei Pomodorini, la grotta Rotonda, la grotta dei Pipistrelli ecc… La Necropoli la Salata; di epoca paleocristiana è una delle più antiche e caratteristiche del bacino del mediterraneo, presenta sia tombe terragne che parietali. E’ situata ad est della cittadina, a circa 7 Km dal centro di Vieste, si organizzano escursioni tutti i giorni nel periodo estivo. Le Isole Tremiti ( San Domino, San Nicola, Capraia) situate a circa 12 miglia al largo dalla costa di Vieste sono di incontaminata bellezza, e vengono considerate le perle dell’adriatico; Le sue acque cristalline e le coste frastagliate di cale, punte e scogli attirano numerosi turisti e visitatori La Foresta Umbra, situata nel cuore del territorio Garganico, presenta ben 10 ettari di foresta e rappresenta il polmone verde del Parco Nazionale del Gargano. E’ attraversata da ben 14 sentieri tutti facilmente percorribili a piedi o in bici; ogni sentiero porta il nome della località di partenza e quello di arrivo, ed è contrassegnato da bande gialle sui tronchi degli alberi, al fine di non smarrirsi.


Percorsi Religiosi

Da Vieste è possibile raggiungere numerose mete di pellegrinaggio religioso :

San Giovanni Rotondo Città famosa al mondo per aver ospitato il Frate Cappuccino stigmatizzato San Pio da Pietralcina. Il Frate arrivato a San Giovanni rotondo nel 1916, rimase fino alla sua morte nel 1968, nel Convento dei Cappuccini dove operò miracoli. Accanto alla piccola chiesetta di S. Maria delle Grazie, a causa dell’enorme flusso di pellegrini San Pio volle che si costruisse un nuovo santuario, i cui lavori terminarono nel 1959. Altra opera fortemente voluta da Padre Pio fu l’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, situata di fronte al convento dei cappuccini, con la speranza di poter dare agli abitanti di San Giovanni Rotondo una casa di cura per gli ammalati. Oggi è uno dei più importanti e attrezzati ospedali della regione, punto di riferimento degli abitanti del Gargano. Di recente, dato l’enorme afflusso di pellegrini è stato eretto un nuovo santuario progettato da Renzo Piano che contiene le spoglie di San Pio. Monte Sant’Angelo Altra meta di pellegrinaggio è Monte Sant’Angelo città in cui apparve nel 490 dc l’arcangelo San Michele; Nel corso dei secoli milioni di pellegrini si sono recati in visita in questo luogo di culto così antico, tra essi numerosi papi ( Gregorio X, Celestino V, Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II) e sovrani( Carlo d’Angiò, Alfonso d’Aragona e Ferdinando il Cattolico). Anche San Francesco d’Assisi si è recato in visita a San Michele Arcangelo, ma non sentendosi degni di entrare nella grotta, si è fermato in preghiera all’ingresso, baciando la terra e incidendo su una pietra il segno di croce Tau. Nel 2011 il Santuario di San Michele Arcangelo di Monte Sant’Angelo diventa Patrimonio Mondiale dell’umanità UNESCO. Santuario di S. Maria di Merino Situato a circa 8 Km da Vieste il santuario di S. Maria di Merino è architettonicamente un pregevole esempio di chiesa rupeste costruita nei sec. XI-XII sui resti di una villa romana dell’antica città di Merinum. La costruzione della cappella è legata al ritrovamento sulla spiaggia di scialmarino di una statua lignea raffigurante la Vergine Maria dell’annunciazione . La festa padronale ricorre il 9 Maggio, giorno in cui una processione di fedeli portano a spalla la statua da Vieste all’antico santuario di Merino, luogo del ritrovamento. Dal 2011 per il giorno 9 Maggio è stata concessa l’indulgenza plenaria, da parte della Penitenziaria Apostolica. Come riportato dal decreto l’indulgenza plenaria è da lucrarsi da parte di coloro che pentiti , confessati e comunicati si recano al Santuario nel giorno 9 Maggio pregando il credo e il Padre Nostro. Spiagge La caratteristica costa frastagliata del Gargano offre la possibilità di numerose spiagge , baie e calette molto suggestive e Vieste trovandosi sul promontorio del Gargano ne ha di stupende soprattutto sulla costa sud alternando spiagge sabbiose con fondali degradanti adatte a famiglie con bambini a spiagge di ciotoli e rocce, con acque limpide e cristalline indicate per le esplorazioni dei fondali. I dintorni Il promontorio del Gargano raggiunge oltre 800mt. di altitudine con la foresta Umbra e numerosi paesini medioevali di importanza storica , alcuni sono mete di pellegrinaggio religioso estremamente conosciute. La caratteristica del territorio e l’azione erosiva dell’acqua marina, ha generato numerose ed affascinanti grotte marine soprattutto lungo la costa che collega Vieste a Mattinata.